Luoghi comuni: 5 falsi miti sull’Olio Extravergine di Oliva

Olio EVO italiano di categoria superiore, 5 luoghi comuni sull'olio evo

L’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Olio d’Oliva (ONAOO), la più antica scuola di assaggiatori di Olio di Oliva, riconosciuta e certificata a livello internazionale, ha stilato un vademecum delle anomalie e convinzioni popolari, consolidate nel corso di decenni, sull’Olio Extravergine di Oliva.

5 falsi miti da sfatare sull’Olio Extravergine di Oliva

1. “ Più l’Olio Extravergine di Oliva è verde, più è buono”

FALSO: Il colore dipende da vari fattori (varietà, lavorazione e conservazione delle olive) ma principalmente è la clorofilla (pigmento vegetale presente nelle olive) a contribuire alla colorazione dell’Olio Extravergine di Oliva, per questo più ce n’è e più l’Olio risulta verde. Non vi è nessuna correlazione tra colore e qualità: non è detto che un Olio verde sia più buono di uno giallo e viceversa. E’ una falsa convinzione del consumatore in quanto viene associato al colore la genuinità del prodotto. Ti è mai capitato di trovare bottiglie d’Olio EVO trasparenti sugli scaffali del supermercato? Una ragione più di natura commerciale che salutistica.

2. “ I migliori contenitori per la conservazione dell’Olio Extravergine di Oliva sono le bottiglie in vetro scuro”

VERO: La luce e l’ossigeno sono i due principali fattori che accelerano il processo di ossidazione nell’Olio Extravergine di Oliva, compromettendone gli aromi. Per questo i migliori contenitori sono quelli in acciaio inossidabile e in vetro scuro. Quando si opta per l’acquisto di una latta da 5 litri è buona regola travasare tutto l’olio d’oliva in bottiglie da 1 litro preferibilmente in vetro scuro, per limitare la superficie di contatto con l’ossigeno. Per questa ragione si consiglia di non lasciare le latte semivuote e di richiudere sempre la bottiglia dopo l’uso.

3. “L’olio Extravergine d’Oliva non è adatto per friggere”

FALSO: Numerosi studi attestano che l’Olio EVO ha la capacità di resistere ad alte temperature, il suo punto di fumo ovvero la temperatura massima raggiungibile senza produrre sostanze tossiche per la nostra salute è di circa 200°C. Certamente bisogna considerare anche la qualità e il costo non indifferente dell’Olio Extravergine che risulterebbe un po’ “sprecato” per la frittura, per questo si consiglia di utilizzare l’Olio d’Oliva, il quale, a pari caratteristiche, conferisce in ogni caso sapore e aromaticità ai fritti.

4. “L’Olio Extravergine di Oliva è più calorico dell’olio di semi”

FALSO: L’Olio EVO non è più calorico rispetto a quello di semi in quanto tutti gli oli vegetali contengono la stessa quantità di grasso e apportano al nostro organismo circa 9 calorie per grammo. A seguito dell’elevata concentrazione di acidi grassi monoinsaturi, l’Olio d’Oliva è più digeribile rispetto a molti altri, anzi è l’unico olio digeribile al 100% rispetto al 80% di girasole e arachidi ed il 35% di semi di mais. Per questo risulta un ottimo alleato nella dieta dei neonati e degli anziani in quanto la sua composizione di acidi grassi è molto simile al latte materno.

5. “L’Olio EVO amaro non è buono, se pizzica vuol dire che è acido”

FALSO: Molti consumatori considerano come un difetto il retrogusto amaro e la sensazione di “pizzicore” al palato, invece sono sinonimo di qualità dell’Olio Extravergine di Oliva principalmente dovuto dalla presenza di polifenoli, nonché sostanze antiossidanti che proteggono l’olio dall’invecchiamento e che hanno un buon effetto preventivo sul nostro organismo nei confronti di alcune malattie quali aterosclerosi, osteoporosi e diabete.

« Le sensazioni di amaro e di piccante generate dall’Olio EVO, attestano la presenza di polifenoli e sono gli indicatori su cui fare affidamento per analizzare la qualità dell’Olio Extravergine di Oliva »
Associazione Italiana Sommelier

Scegli tra fruttato medio,
leggero e gusto delicato

Scopri la nostra selezione artigianale di Olio Extravergine di Oliva di categoria superiore

Continua a leggere…

Qualità in scatola: come riconoscere la qualità del tonno
Sono meglio i filetti compatti di tonno all'Olio di Oliva in vasetto di vetro o il tonno in scatola così morbido che, come recita una famosa pubblicità, si taglia con un grissino?
Frodi e contraffazioni: come riconoscere l’Olio Extravergine di Oliva italiano di qualità
Gran parte dell’Olio Extravergine di Oliva presente sugli scaffali della Grande Distribuzione risulta essere un blend nonché una miscela di oli “italiani” sia comunitari che extracomunitari. Come riconoscere l'olio extravergine di oliva italiano di qualità.
Fior Fiore Coop falso Olio Extravergine: 12 indagati
Fior Fiore Coop spacciato per Olio Extravergine d’Oliva DOP ma invece era una miscela di oli non tracciabili. Si chiude l’inchiesta per frode alimentare che ha riguardato il prodotto « Fior Fiore Coop » : coinvolti due dirigenti della Coop più diversi fornitori.

Olio EVO e specialità alimentari di qualità

CATALOGO

Olio extravergine di oliva di categoria superiore estratto a freddo.

Olio EVO

Prodotti ittici all'olio di oliva, selezione artigianale di qualità. Prodotto in Sicilia.

Prodotti ittici

Conserve e composte artigianali lavorate rigorosamente a mano, nel rispetto del territorio e della stagionalità.

Le conserve e…

Ottieni il 5% di sconto sul tuo primo acquisto

5% DI SCONTO

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RISPARMIA IL 5% SUL TUO PROSSIMO ACQUISTO

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.